Tecnologia della produzione delle sigarette

Yesmoke è la prima azienda a competere col cartello dei produttori di sigarette con un prodotto tecnicamente perfetto…

…come una «premium brand» deve essere, e di conseguenza prodotta con la più avanzata tecnologia disponibile sul mercato.

Capacità produttiva annuale: 10 miliardi di sigarette (500 milioni di pacchetti da 20 sigarette, 1000 container da 40 piedi).

Primary GARBUIO – Processo di trattamento del tabacco

Dopo che il tabacco viene immagazzinato e invecchiato, passa a una fase di lavorazione finale secondo le ricette della miscela utilizzate per produrre i vari tipi di sigarette.

Tale processo include l’affettatura delle balle, il condizionamento, l’applicazione del casing, la trinciatura, l’asciugatura e aromatizzazione della miscela dei tabacchi. Una volta terminato il processo la materia prima è finalmente pronta per la produzione della sigaretta.

Slicer

Questa parte della linea affetta le balle di tabacco tramite una lama verticale ottimizzando il peso di queste ultime per accelerare il distaccamento e la separazione all’interno del cilindro condizionatore. Le fette ottenute vengono convogliate tramite un nastro trasportatore al DCCC (cilindro di condizionamento e concia).

DCCC (cilindro di condizionamento e concia)

Questa macchina è un cilindro di condizionamento e concia del tabacco. Le fette provenienti dallo Slicer vengono immesse nel cilindro tramite un nastro vibrante e qui disgregate, umidificate tramite vapore e conciate con l’aroma casing senza degradare il tabacco.

Silos

Questa parte della linea di produzione serve per far miscelare e condizionare il tabacco proveniente dal DCCC, caricato tramite il carrello mobile adatto. L’umidità e l’aroma della miscela di tabacco vengono omogeneizzati durante il tempo di sosta all’interno dei Silos.

Trinciatrice del tabacco

Questa macchina trincia il tabacco proveniente dai Silos. La miscela, il cui livello è misurato da appositi sensori, viene riversata nel dispositivo di compattazione, viene pressata tramite un nastro apposito e trinciata, a misura prestabilita, da 5 coltelli montati su un tamburo rotante.

Cilindro essiccatore

Questa macchina serve per essiccare il tabacco ancora umido proveniente dalla trinciatrice. La miscela trinciata viene asciugata dall’azione combinata di aria calda che passa attraverso il cilindro e di batterie vapore che rivestono la superficie del cilindro.

Aspiratore delle polveri di tabacco

Questo componente dell’impianto non interviene direttamente sulla lavorazione del tabacco. Trattasi di un’aspiratore dotato di filtro per le polveri che vengono prelevate lungo la linea Primary dopo che la miscela è stata essiccata. Le polveri vengono depositate all’interno di appositi contenitori e successivamente stoccate.

Linea costole/Mini Feeder

Questa macchina serve per l’aggiunta di costole espanse alla miscela di tabacco precedentemente trinciata e essiccata. Le costole vengono inserite all’interno del Mini Feeder tramite il ribaltatore e da qui dosate in maniera automatica nella miscela. Tale operazione è garantita da un apposito dispositivo pesatore installato sotto il nastro.

Cilindro Flavour

La funzione di questa macchina è di migliorare le proprietà aromatiche del tabacco mediante aroma flavour. La miscela passa nel cilindro rotante dove viene spruzzata con gli aromi. Grazie all’azione meccanica delle pale montate sulla superficie interna del tamburo e l’azione ad alta efficienza degli ugelli, completamente automatizzata, il processo di aggiunta degli aromi risulta omogeneo.

Silos del tabacco trattato e sistema di aspirazione automatica

Questa è la parte finale della linea Primary ed è composta da 4 Silos affiancati dove il tabacco sosta per un tempo definito al fine di aumentarne la qualità. Dai Silos il tabacco viene trasferito tramite un sistema di aspirazione automatica alle linee di produzione delle sigarette.

Secondary – Processo di produzione e di confezionamento delle sigarette

Terminato il processo di preparazione e condizionamento, il tabacco è pronto per la produzione della sigaretta. Siamo arrivati alla fase chiamata «Secondary», consistente nella produzione della sigaretta vera e propria, e il confezionamento dei pacchetti da 20 sigarette, delle stecche da 200 sigarette e dei master case da 50 stecche.

Creazione della sigaretta – Maker G.D 121/G.D AF12

La linea G.D produce fino a 10.000 sigarette al minuto. Il tabacco trinciato arriva dai Silos nella G.D 121 dove in una prima fase viene controllato automaticamente e vengono scartate le parti non adatte alla produzione. Il materiale ottenuto viene trasformato in un doppio baco continuo (carta + trinciato) che alimenta in modo continuo la G.D AF12. La metti-filtro G.D AF12 preleva le bacchette filtro provenienti dalle macchine produttrici dei filtri, Molins PM5, le taglia a misura e incolla al baco proveniente dalla G.D 121 per infine ottenere il prodotto finito, la sigaretta. L’ultima operazione è la foratura del filtro con laser ROFIN per ottenere la ventilazione stabilita della sigaretta. È importante notare che l’intero processo produttivo è completamente automatico e ininterrotto, anche grazie al cambio bobina di carta automatico.

Magazzino per le sigarette – Buffer G.D B21

Il G.D B21 è un magazzino per le sigarette del tipo FIFO (First In – First Out), capace di garantire una completa tracciabilità del prodotto. È utilizzato per collegare direttamente la maker e la packer nella linea di produzione delle sigarette. Le sigarette provenienti dalle maker vengono immagazzinate nel Buffer. Una volta riempito il Buffer viene gradualmente svuotato dalle macchine impacchettatrici.

Macchina per l’impacchettamento di sigarette – Packer G.D X3

La G.D X3 è la macchina per l’impacchettamento delle sigarette. Essa preleva automaticamente il prodotto dal Buffer G.D B21 e tramite più ruote in sequenza forma il pacchetto di sigarette che deve così solo più essere incellofanato.

Cellofanatrice dei pacchetti di sigarette e formazione stecche – G.D C600Pack – OW

La C600/Pack-OW incarta pacchetti provenienti dalla Packer G.D X3 con polipropilene ed applica al pacchetto il bollino governativo e un nastrino a strappo. I pacchetti cellofanati vengono suddivisi in gruppi di 10 e inviati alla steccatrice posta alla fine della linea. Le stecche finite da 100 sigarette sono successivamente mandate all’incartonatrice.

L’incartonatrice automatica verticale – Senzani SBNE

La Senzani SBNE è l’incartonatrice automatica verticale con un lay-out molto compatto con uscita della cassa in quota. L’incartonatrice riceve le stecche dalla linea G.D e forma 2 pile di stecche che vengono spinte all’interno del cartone fino al suo riempimento. Il cartone così riempito e chiuso tramite incollaggio ad alta temperatura e successivamente nastrato.

Secondary – Processo di produzione e sistema di distribuzione dei filtri

La produzione dei filtri, ottenuta con le ultime tecnologie, è un fiore all’occhiello per la Yesmoke.

Il filtro è un elemento estremamente importante e delicato, perché determina il corretto bilanciamento della sigaretta, ed è sottoposto ad un costante controllo qualità da parte dei tecnici del laboratorio.

Produzione dei filtri per le sigarette e magazzino dei filtri – Molins PM5/TO6E & FlexLink filter buffer

La PM5E/TO6E è un sistema integrato per la combinazione di materie prime per la produzione di bacchette di filtro di acetato di cellulosa. Il TO6E è in grado di gestire tutti i tipi di acetato di cellulosa e plastificante liquido, con facile accesso a tutti i controlli, il tutto protetto in modo sicuro con coperture trasparenti.

Una volta prodotti, i filtri vengono convogliati nel buffer FlexLink situato al di sopra delle due linee Molins da dove puoi vengono trasportati dai nastri alle Pegasus 3000, le quali li distribuiscono alle maker.

Sistema di distribuzione dei filtri – Molins Pegasus 3000

Il Molins Pegasus 3000 è un sistema di distribuzione dei filtri. I filtri provenienti dalle Molins PM5/TO6E vengono sparati con l’aria compressa attraverso un impianto verso le maker. Il sistema è completamente modulare. Ogni modulo di distribuzione è completamente autonomo, con un proprio motore separato, sistema di alimentazione e controllo dell’aria.

Magazzino del prodotto finito

I master case raggiungono il magazzino per mezzo di un nastro trasportatore. Qui il robot crea i pallets e li organizza in modo completamente automatico.

Sistema di pallettizzazione con il robot – ABB IRB 660/FlexLink

È una macchina veloce ad alte prestazioni. Il robot preleva i cartoni con le stecche provenienti dalle linee produttive e le posiziona su delle pedane. La progettazione e il sistema di pallettizzazione sono state realizzati dalla FlexLink.

Connettiti con noi

Comunica con noi e segui i nostri aggiornamenti sul tuo social network preferito.

This website uses cookies to improve the browsing experience. Continuing navigation without changing your browser settings, you agree to receive website cookie. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close