Duty–free, duty–free

Cosa facevano le dogane dei paesi di destinazione? Solo alcune applicavano i dazi al ricevimento della merce, come fece il Canada, dove fu aperto un nuovo, legittimo canale di distribuzione, decisamente più conveniente di quello tradizionale.

In Canada, infatti, pur pagando i dazi doganali al postino alla consegna del pacco, il risparmio rispetto all’acquisto tradizionale arrivava fino a 26 Dollari Canadesi a stecca in Ontario. Perfetto!

Ma la maggior parte dei paesi, a cominciare dagli USA, non richiederanno mai alcun pagamento di dazi doganali, lasciando le sigarette rigorosamente duty-free.

Altri paesi, come la Gran Bretagna, applicheranno i dazi doganali mediamente sul 50% dei pacchi, ma richiedendo ai destinatari sovrattasse e penalizzazioni per rendere l’acquisto online meno conveniente dell’acquisto in tabaccheria. In questi casi la merce sarà quasi sempre respinta al mittente, e i clienti delusi saranno sempre rimborsati da Yesmoke.

La Francia non richiederà mai alcun pagamento di tasse ai felici destinatari. Ma nel 2002, quando i quantitativi cominceranno a salire, si metterà a respingere sistematicamente al mittente tutte le stecche, pur di non aprire questo legittimo canale di acquisto. Una procedura illegale, contro la quale Yesmoke non farà alcun passo.

L’Italia, invece, mostrerà una inaspettata efficenza, richiedendo il pagamento dei dazi doganali sulle sigarette. Solo che, anziché far effettuare il pagamento al postino alla consegna del pacco, le dogane inviavano al destinatario una lettera che informava dei dazi doganali da pagare per il ritiro delle sigarette. …Proprio quello che era accaduto per i CD di Oscar Peterson.

Ma per il pagamento dei dazi ed il ritiro della merce occorreva recarsi non al più vicino ufficio postale, ma all’indirizzo delle dogane centrali, che poteva essere molto distante da casa propria. Così, in seguito ai reclami dei clienti, Yesmoke sarà costretta a interrompere le vendite in Italia già dopo poche settimane.

Ma, come vedremo, proprio in Italia accadranno cose molto interessanti…

Connettiti con noi

Comunica con noi e segui i nostri aggiornamenti sul tuo social network preferito.

This website uses cookies to improve the browsing experience. Continuing navigation without changing your browser settings, you agree to receive website cookie. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close